Home CRONACA Milano: aumentano episodi di intolleranza sui mezzi pubblici come quello accaduto a...

Milano: aumentano episodi di intolleranza sui mezzi pubblici come quello accaduto a Graziella

53
0

Graziella Biondino, la signora disabile insultata mercoledì scorsa alla fermata dei mezzi in Viale Romagna a Milano, sta ricevendo tantissimi messaggi di vicinanza e solidarietà. “Disabile di m…, che fai in giro? Noi dobbiamo andare a lavorare”: le ha urlato un passeggero che non voleva spostarsi per lasciarla entrare sul tram. L’autista del mezzo ha preso le difese di Graziella e l’ha accompagnata alla fermata dove lei doveva scendere.

Ora sui social e per strada sono tante le persone che dimostrano alla donna gentilezza e solidarietà. Alcuni viaggiatori che fruiscono quotidianamente dei mezzi pubblici hanno raccontato che purtroppo episodi come quello capitato a Graziella sono molto frequenti, soprattutto nei confronti di disabili e mamme con i passeggini. La maggior parte delle persone però mostra gentilezza e aiuta chi è in difficoltà nel salire sui mezzi.

Il presidente nazionale Uildm (Unione italiana lotta alla distrofia muscolare), Marco Rasconi, ha così dichiarato, commentando l’episodio di intolleranza di cui è stata vittima Graziella: “A me, uomo con disabilità, non è mai successa una cosa del genere. E se le persone che l’hanno insultata hanno formato in quel momento un branco, io invito a formare un branco più ampio per l’inclusione di tutti, perché tutti abbiamo il diritto di lavorare e di vivere. Isoliamo noi, al contrario, le persone che non lo vogliono. Spero che la signora non si faccia intimidire, che mantenga il sorriso e la voglia di girare in città. La nostra associazione è a disposizione“.