Home CRONACA Crolla una parete della grotta: morto geologo milanese

Crolla una parete della grotta: morto geologo milanese

28
Crolla una parete della grotta: morto geologo milanese
Crolla una parete della grotta: morto geologo milanese

Alessandro Guastoni, 56 anni, geologo di origini milanesi residente da alcuni anni a Mandello del Lario. È lui la vittima del tragico incidente in grotta avvenuto nella serata di mercoledì 7 dicembre a Colico (Lecco). Il professionista era impegnato in un’escursione alla ricerca di minerali. Nel cunicolo all’interno del quale era entrato si è verificata una frana: la scarica di massi lo ha colpito e gli ha chiuso il passaggio senza purtroppo lasciargli scampo. Il 56enne è stato travolto in particolare dal crollo di un lastrone di pietra, a poco più di un metro dall’ingresso in grotta. Il fatto è stato riportato sulle colonne di LeccoToday.

Studioso di geologia, Guastoni lascia la moglie e un bambino di soli 6 anni con i quali viveva nella frazione di Olcio, a Mandello del Lario. Laureato in scienze geologiche con precedenti studi a Londra, dal 2005 lavorava all’Università degli studi di Padova come conservatore di Mineralogia.

Mercoledì il geologo era entrato in una grotta nella frazione di Olgiasca. Una volta scattato l’allarme, intorno alle 19 di mercoledì 7 dicembre, i soccorsi si erano subito messi all’opera. Varie squadre erano state inviate a Colico per cercare il 56enne bloccato in una grotta che si perde a ridosso della nota abbazia di Piona. Presto si era capito che la situazione era molto delicata a causa di una frana.

Sul posto erano entrati in azione i tecnici del Soccorso alpino e Speleologico della Stazione di Dervio, oltre alle squadre della Guardia di Finanza, del Nucleo Saf (speleo-alpino-fluviali) e Usar (Urban search and rescue) dei Vigili del Fuoco di Lecco e Morbegno. Sul campo anche la Polizia locale di Colico. Mobilitato inoltre l’equipaggio del soccorso Bellanese.

I soccorsi, lanciati dalla moglie dell’uomo, si sono mobilitati anche in favore della donna: la 46enne, colpita da un malore, è stata presa in cura sul posto proprio dai volontari del Soccorso Bellanese, giunti in loco a bordo di un’ambulanza. Lunghe e impegnative le operazioni di recupero del 56enne.

Due tecnici del Cnsas Lombardo – IX Delegazione Speleologica e XIX Lariana, Stazione di Valsassina – Valvarrone – si sono calati dove si trovava l’uomo, a un paio di metri dalla superficie. Hanno lavorato utilizzando degli speciali cuscini pneumatici che consentono di sollevare e spostare pesi di notevole entità. Le condizioni e la franosità dell’imbocco hanno imposto estrema cautela. Una volta allontanato il lastrone a sufficienza, si è provveduto a imbragare l’uomo, poi imbarellato e trasportato fino all’ambulanza per le procedure di carattere medico – legale. In azione anche i Vigili del fuoco, che hanno messo a disposizione buona parte del materiale utilizzato. L’intervento si è concluso intorno a mezzanotte.

Fonte: MilanoToday

Articolo precedenteMilano, si accende l’albero di Natale in piazza Duomo
Articolo successivoVia Alessandro Stoppato 103 lavoro