Home CRONACA Troppi morti nei cantieri: Milano pronta a cambiare rotta nell’edilizia

Troppi morti nei cantieri: Milano pronta a cambiare rotta nell’edilizia

41
0

L’edilizia è uno dei settori in cui si registra un’alta percentuale di decessi. Il nuovo anno in Lombardia si è aperto nel modo peggiore, con alcuni infortuni gravi sui cantieri. In Lombardia i morti nel settore edilizio sono stati diciannove.

Come sottolinea Katiusha Calabretta, segretario generale della Fillea-Cgil di Milano, “I problemi maggiori si riscontrano nelle piccole imprese, dove negli anni della crisi i primi tagli sono stati fatti sulla sicurezza. La ripresa dell’edilizia c’è stata, soprattutto a Milano, ma non sono seguiti investimenti per tutelare i lavoratori, e le morti continuano ad aumentare.”

Un protocollo sulla sicurezza

Proprio per evitare altri incidenti mortali ieri, in un incontro tenutosi a Palazzo Marino, si è discusso della realizzazione di un protocollo sicurezza da applicare ai cantieri della M4 per poi estendersi anche agli altri cantieri milanesi. Il protocollo potrebbe essere già pronto entro la fine di Febbraio.

Nel concreto il documento prevede anche l’inserimento di alcune proposte avanzate all’indomani dei più recenti incidenti avvenuti nei cantieri, come i controlli sulla sicurezza da affidare ad organismi esterni e la correzione o modifica di procedure in corso. L’obiettivo del documento è di introdurre apposite correzioni che rendano il settore edilizio meno a rischio.