Home CRONACA Milano, lavoratori dello spettacolo in Piazza Duomo: “Per noi reddito di continuità”

Milano, lavoratori dello spettacolo in Piazza Duomo: “Per noi reddito di continuità”

72
0

Un flash mob per richiamare l’attenzione del Governo e dei media sulla loro situazione di crisi e precarietà. E’ quanto hanno organizzato i lavoratori dello spettacolo a Milano, in Piazza Duomo.

Reddito di continuità per affrontare la crisi

Sono scesi in strada nel capoluogo lombardo per chiedere un “reddito di continuità” al fine di superare la forte crisi determinata dall’emergenza Covid-19.

I lavoratori addetti all’organizzazione di festival e spettacoli (tra cui vi sono anche coristi e musicisti della Scala di Milano)  rappresentano una fetta importante dell’economia, e vanno supportati in questo momento così difficile.

Chi sono e cosa chiedono

Stiamo infatti parlando di categorie diversificate di lavoratori: lirici, attori, attrici, ballerini, doppiatori, cantanti, dee-jay, acrobati, truccatori, sarti, orchestrali, registi, sceneggiatori, giocolieri, acrobati, stunt-man, comici, coreografi. In piazza Duomo, dove si sono ritrovati in qualche centinaio, questi lavoratori hanno esposto cartelli con la dicitura “Sempre in lotta per un mondo spettacolare” e “Senza di noi le idee restano idee”.

Festival e spettacoli rinviati

Spettacoli ed eventi live, secondo quando stabilito nei decreti che fissano le ripartenze, sono stati tutti rinviati all’anno prossimo. In questa situazione di precarietà, molti teatri stanno chiudendo i battenti e parecchi Festival non saranno riprogrammati. Un reddito di continuità è ciò che consentirebbe a queste categorie di lavoratori di affrontare la situazione di crisi con maggiore dignità.