Home ATTUALITA’ L’economista con la finta laurea

L’economista con la finta laurea

12
0

Ho sbagliato. Ho fatto un errore inutile ed evitabile del quale mi pento e mi scuso”. Inizia così — dopo il trambusto di metà giugno — il primo post di Imen Jane, all’anagrafe Imen Boulahrajan, 25enne star di Instagram famosa per spiegare concetti di economia attraverso le sue stories. Trambusto nato da uno scoop di Dagospia in cui il quotidiano online metteva nero su bianco che l’influencer non aveva mai conseguito alcun titolo di studio all’università Bicocca di Milano né in altre facoltà della penisola. In pratica la giovane veniva definita “economista” avendo in tasca un diploma di liceo scientifico.

E la studentessa, che in queste settimane è tornata sui libri, ha affrontato il tema della sua carriera accademica: “Non ho mai considerato l’idea di non laurearmi — ha spiegato —. La laurea per me non è soltanto un pezzo di carta. È un riconoscimento pubblico delle ore passate a cercare di apprendere qualcosa di utile per la vita. Non ho mai voluto sminuirne il valore.⁣ Finora mai nessun lavoro o incarico che ho avuto mi ha mai richiesto alcun titolo accademico, ma io volevo e voglio finire gli studi”.

Un mese fa la 25enne aveva spiegato che aveva messo da parte gli studi per seguire i suoi stimoli e fare “tante altre cose che erano più stimolanti che fare informatica e statistica due”. E nel suo ultimo post Imen Jane ha spiegato come è nato “l’equivoco” della laurea: “Quando a fine 2018 mi sono trovata per caso a condividere spunti di attualità su Instagram, ho attirato fin da subito grandi attenzioni. Il primo a chiamarmi ‘la studentessa divulgatrice’ fu Giletti. E per tutta quella prima metà del 2019 ho continuato ad avere controllo su tutte le mie uscite pubbliche. Ma dall’estate in poi, la situazione ha iniziato a sfuggirmi di mano”.

“Avrei potuto spiegare tutto subito — ha continuato la studentessa —. Avrei dovuto mettere subito le cose in chiaro. Invece non l’ho fatto. Credevo che la situazione così come si era gonfiata, si sarebbe sgonfiata da sola. A nulla è servito ridurre le uscite pubbliche e concentrare tutte le mie energie solo su Will”.

“Non ho mai dato per scontato niente e nessuno — ha precisato la giovane —. Non ho mai voluto ingannare niente e nessuno. Non ho mai agito in male fede. E chiedo di nuovo scusa a tutti. A tutte le persone che hanno riposto fiducia in me, alla mia famiglia, ai miei amici, alla mia azienda. La prima a starci male sono stata io”. Infine la giovane ha spiegato che non smetterà di occuparsi di economia: “Per chi vuole, mi troverà a Milano con il libro di statistica in una mano e il Financial Times nell’altra”.⁣ ⁣

Fonte: MilanoToday