Home ATTUALITA’ Milano: caos monopattini, malcostume e normativa incerta

Milano: caos monopattini, malcostume e normativa incerta

46
0

Sempre più persone, a Milano, utilizzano i monopattini. Di certo è uno dei mezzi più agevoli per schivare le auto e dribblare nel traffico delle ore di punta, soprattutto nelle metropoli. Il problema però è che molti non rispettano le regole, e allora è facile vedere due persone sullo stesso mezzo, chi parcheggia senza criterio, chi trasgredisce i divieti imposti (come quello di transitare nella Galleria Vittorio Emanuele II).

Certo la situazione è migliorata parecchio rispetto all’estate scorsa, quando prima della delibera comunale si poteva liberamente sfrecciare anche sui marciapiedi.

Tra i problemi da risolvere c’è in primis quello normativo. Un recente emendamento ha equiparato i monopattini alle biciclette, per cui possono circolare in tutte le strade in cui transitano le due ruote. Ma ci sono ulteriori novità che potrebbero entrare in vigore a breve in quanto previsti nel “Milleproroghe”. Nello specifico, è previsto che i monopattini potranno sostare soltanto nelle aree sosta riservate alle biciclette, oppure al lato delle strade.

Purtroppo gli incivili non mancano. Servono maggiori controlli, e da parte di chi guida i monopattini occorre rispetto dello stradario e delle regole sulla circolazione. La situazione sfugge al controllo degli agenti di Polizia locale in quanto i mezzi sono davvero tanti: a Milano si contano circa 2.250 monopattini dislocati in tutta la città con il servizio di sharing.