Home ATTUALITA’ Scioperano fattorini Amazon: in Lombardia adesioni superano il 90%

Scioperano fattorini Amazon: in Lombardia adesioni superano il 90%

60
0

Nella giornata di ieri i fattorini di Amazon hanno bloccato le consegne. Lo sciopero era stato annunciato a sorpresa solo un giorno prima, ma l’adesione è stata molto alta: oltre il 90%. Secondo le sigle sindacali questo è un primo giorno di protesta, a cui ne seguiranno di sicuro altri a sorpresa, se gli addetti non riceveranno dall’azienda le risposte desiderate.

Tra le motivazioni dello sciopero vi è la richiesta di riservare il medesimo trattamento per i driver delle aziende che operano nelle filiere. A Burago, ad esempio, dopo il periodo natalizio, circa ottanta lavoratori impiegati nella filiera da anni non sono stati stabilizzati. I corrieri sono costretti ad effettuare un maggior numero di consegne. E gli addetti chiedono che le condizioni di lavoro siano omogenee e siano mantenuti i livelli occupazionali.

I sindacati, dal canto loro, dichiarano di non aver ricevuto risposte chiare e concrete dal colosso dell’e-commerce. In un comunicato unitario scrivono: “Amazon deve far rispettare le regole e deve prendersi le sue responsabilità nei confronti di chi consegna i suoi pacchi”. I rappresentanti sindacali rivendicano buste paga in regola e uguali per tutti, abbassamento del carico di lavoro, stabilizzazioni e premi annuali di risultato.

Amazon si difende così: “Durante l’anno la gran parte degli autisti ha contratti a tempo indeterminato. Dati i volumi variabili della nostra attività, come ad esempio durante il periodo Natalizio, i nostri partner ricorrono anche ad autisti con contratti in somministrazione per sopperire ai picchi di lavoro”.