Home ATTUALITA’ Milano reagisce al coronavirus: dal 2 Marzo prevista la riapertura del Duomo

Milano reagisce al coronavirus: dal 2 Marzo prevista la riapertura del Duomo

55
0

La città di Milano comincia a rialzarsi dopo l’emergenza coronavirus dei giorni scorsi: c’è tanta voglia di ripartire e riaprire i luoghi simbolo della città. Dal 23 Febbraio scorso le ordinanze della Regione Lombardia e del Ministero della Salute hanno disposto la chiusura di alcuni luoghi aperti al pubblico, come il Duomo.

A partire dal 2 Marzo la cattedrale meneghina potrà riaprire alle visite dei turisti, osservando alcune regole di sicurezza quali gli ingressi scaglionati e la biglietteria funzionante soltanto online. Questi sono provvedimenti necessari per evitare che si formino assembramenti e per rispettare gli standard di sicurezza previsti dall’ordinanza.

A scopo precauzionale la Veneranda Fabbrica, che gestisce la Cattedrale, ha stabilito che non si celebreranno messe e resterà aperta al pubblico soltanto l’area della preghiera.

Se da una parte c’è la volontà di rispettare i provvedimenti emessi nei giorni scorsi per evitare i contagi, dall’altra c’è anche quella di rendere di nuovo fruibile il Duomo, che è un museo nazionale assai visitato dai turisti.

Anche nelle altre Diocesi si è deciso di sospendere la celebrazione delle Messe fino a nuova decisione. Alcune parrocchie si sono organizzate con dirette in tv, radio e streaming per raggiungere i propri fedeli, ricordando loro quanto sia fondamentale per i cristiani la celebrazione dell’Eucaristia.