Home ATTUALITA’ La Lombardia dice no alla guerra: sui social la protesta contro l’invasione...

La Lombardia dice no alla guerra: sui social la protesta contro l’invasione russa dell’Ucraina

222
Sono numerosi gli esponenti politici lombardi che in queste ore stanno affidando ai social network le proprie reazioni sconvolte all’attacco di Putin.
In attesa del presidio contro la guerra che si terrà oggi alle 18 in piazza della Scala – promosso da Anpi, Arci, Acli, Cgil, Cisl e Uil e già programmato da giorni – sono numerosi gli esponenti politici lombardi che in queste ore stanno affidando ai social network le proprie reazioni sconvolte all’attacco russo in Ucraina.

A Milano il consigliere comunale Alessandro Giungi, eletto nelle fila del Pd, ha scritto su Facebook: “Svegliarsi con l’invasione russa dell’Ucraina su larga scala. Morte, violenza e distruzione. Famiglie in fuga. Oggi sarò in piazza della Scala con la bandiera della pace”.

Peraltro tutti i circoli del Pd della Città metropolitana di Milano da giorni espongono la bandiera arcobaleno “contro qualsiasi tipo di escalation”. Il sindaco di Brescia Emilio Del Bono ha affidato ai social un post dal significativo titolo “L’Europa muore all’alba”: il primo cittadino ha voluto esprimere pubblicamente la propria vicinanza al popolo ucraino invitando tutti a “pregare per chi è al fronte, per i civili, i bambini”.

Fonte: Milano la Repubblica.it

Articolo precedenteLa primavera arriva in città con le iniziative (gratis) per i bambini al Parco Agos Green&Smart
Articolo successivoLa coppia in viaggio per l’Ucraina con un camion pieno di aiuti